Il processo civile telematico PDF

Questa voce o sezione sull’argomento diritto ha un’ottica geopolitica limitata. Il processo civile telematico PDF processo civile è uno strumento giuridico atto a dirimere controversie aventi ad oggetto il diritto privato.


Författare: Vincenzo Di Giacomo.

Il Processo Civile Telematico diventa obbligatorio a partire dal 30 giugno 2014. Si concretizza, così, per tutti gli Uffici giudiziari la massima espressione dell’informatizzazione del processo, la quale si sostanzia (oltre che nei depositi, notificazioni e comunicazioni telematiche) nella completa dematerializzazione del fascicolo cartaceo e quindi nella formazione di un fascicolo informatico che ne prende il posto. Il volume pone in evidenza i vantaggi ma anche le luci e le ombre di tale nuovo istituto, offrendo risposte a una serie di questioni non agevoli che l’informatica e la telematica (im)pongono e di non scontata soluzione: la produzione di un file contenente un documento informatico in un processo cartaceo, le modalità di produzione del documento informatico e la sua efficacia probatoria; il valore probatorio di una mail o di una mail di PEC prodotte in giudizio e quello dei rispettivi allegati; la possibilità/ necessità di disconoscerli o di proporre querela di falso e gli strumenti a tutela di chi li ha prodotti; la differenza tra originali, copie, estratti, duplicati e riproduzioni informatiche e la sua incidenza sul relativo regime probatorio e sugli strumenti di tutela in sede processuale.

Si basa sui principi del diritto processuale civile contenuti per gran parte nel codice di procedura civile. Si dava infatti luogo alla cosiddetta “cognitio sommaria” della controversia. Il Iudex può essere un magistrato o un arbitro scelto dalle parti stesse. Il compito è quello di confermare la fondatezza delle richieste di Aulo Augerio.

Per i cittadini romani si applicava il diritto ius civilis, mentre per gli abitanti di tutte le province di Roma si applicava il diritto ius gentium. La figura del processo è strettamente correlata a quella della tutela, essendo quest’ultima necessariamente giudiziale ed esaurendo solitamente il suo compito nell’apparato processuale con una pronuncia del giudice. Partendo da questo presupposto, tra le molte considerazioni in dottrina riguardo alla reale funzione del processo ce ne sono due principali. Novecento, considera il processo come una funzione pubblica diretta alla reintegrazione del diritto oggettivo. Questa sezione sull’argomento diritto è solo un abbozzo. Contribuisci a migliorarla secondo le convenzioni di Wikipedia.

Lo stesso argomento in dettaglio: legittimazione processuale. Lo stesso argomento in dettaglio: Giudice civile. L’oggetto del processo corrisponde ad una definizione invalsa nella dottrina e nella pratica processuale, la quale non rinviene un preciso riferimento nel testo del codice di procedura civile. Lo stesso argomento in dettaglio: domanda giudiziale, Comparsa di risposta e domanda riconvenzionale. La fase introduttiva del processo civile è imperniata sulla domanda che è la richiesta con la quale un soggetto sollecita la tutela giurisdizionale.

La “domanda” è l’elemento fondamentale degli atti che introducono il giudizio. Eccezionalmente l’atto introduttivo del giudizio, ove è contenuta la domanda, può assumere la forma del ricorso che non è contemplato dalla disciplina del processo di cognizione. La forma del ricorso è però prevista anche nel giudizio ordinario per la proposizione della domanda introduttiva nel ricorso in cassazione. Indicazione del tribunale, per individuare il giudice. Determinazione della ‘cosa’ oggetto del processo. Esposizione del fatto e degli elementi di diritto. Quindi: la causa petendi con una riconducibilità dei fatti ad una o più norme.