Maldive PDF

Jump to navigation Jump to search For the modern independent state that was known as the Maldive Islands before 1968, see Maldives. This article does not cite any sources. The Maldives Islands is a group of islands in the Indian Ocean maldive PDF today’s Republic of Maldives and the island of Minicoy in the Union Territory of Lakshadweep of India. Historically Minicoy was within the domain of the sultans of the Maldives.


Författare: Tom Masters.

Lusso impareggiabile, bianche spiagge mozzafiato e uno straordinario mondo marino sono gli ingredienti che fanno delle Maldive la destinazione ideale per una vacanza indimenticabile.” (Tom Masters, Lonely Planet). All’interno: 7 settimane di ricerche, 112 resort e guesthouse, 134 isole.

Linguistically, Minicoy remains linked to the rest of the island group. This Asia location article is a stub. You can help Wikipedia by expanding it. L’oceano Indiano è un oceano della Terra. In particolare, sia per superficie che per volume, tra i tre oceani della Terra è il meno esteso. L’importanza dell’oceano Indiano come rotta di transito tra Asia e Africa lo ha reso sede di numerosi conflitti.

Le placche crostali africana, indiana e antartica convergono nell’Oceano Indiano. Indo, a ovest, e del Gange-Brahmaputra, a est del subcontinente indiano. Il clima a nord dell’equatore è influenzato da un sistema di venti monsonici. Forti venti da nordest soffiano da ottobre ad aprile. Da maggio ad ottobre prevalgono venti da sudovest. Nel Mar Arabico, i violenti monsoni portano pioggia al subcontinente indiano. Tra i pochi grandi fiumi che sboccano nell’Oceano Indiano ci sono lo Zambesi, lo Shatt al-‘Arab, l’Indo, il Gange, il Brahmaputra e l’Irrawaddy.

Le correnti oceaniche sono controllate principalmente dai monsoni. L’alta temperatura dell’oceano Indiano tiene bassa la produzione di fitoplancton, eccetto che nelle zone più a nord o molto a Sud. Essendo il plancton la base della catena alimentare marina, la sua scarsità in zone equatoriali impedisce alla vita oceanica di prosperare come avviene in altri distretti. Grosse riserve di idrocarburi sono state individuate ed estratte al largo dell’Arabia Saudita, Iran, India, ed Australia occidentale. L’oceano Indiano ospita inoltre le maggiori rotte per il trasporto di petrolio, dall’Asia sudorientale verso le nazioni occidentali. Numerose specie marine in pericolo vivono nell’oceano Indiano, tra cui i dugonghi, le tartarughe e le balene.

Il Mare Arabico, il Golfo Persico e il Mar Rosso soffrono di un inquinamento da residui petroliferi. Nell’Oceano Indiano vivono oltre cinquemila specie ittiche. Vicino all’oceano Indiano si sono sviluppate le più antiche civiltà conosciute, nelle valli del Nilo, del Tigri e dell’Eufrate, nella valle dell’Indo e nell’Asia sudorientale. Probabilmente durante il I millennio d. Indiano e si insediarono nel Madagascar. L’apertura del Canale di Suez nel 1869 ravvivò l’interesse europeo per l’Oriente, ma nessuna nazione riuscì a dominare le altre nel commercio.